CONAF - Consiglio Ordine Nazionale Dottori Agronomi e Dottori Forestali
  • CONAF - Consiglio Nazionale
  • Organi Consultivi CONAF
  • Professione
  • Segreteria CONAF
  • Servizi agli Iscritti
  • Centro studi
  • Alta formazione
  • Comunicazione CONAF
  • Area Internazionale

02/04/2007 - Esercizio della Professione

Come noto, ai sensi dell’art. 3, comma 4, l. n. 3/1976, “I dottori agronomi ed i dottori forestali dipendenti dello Stato o di altra pubblica amministrazione possono, a loro richiesta, essere iscritti all’albo. Nei casi in cui, secondo gli ordinamenti loro applicabili, è vietato di norma l’esercizio della libera professione, l’iscrizione avviene con annotazione a margine attestante il loro stato giuridico-professionale. Questi iscritti non possono esercitare la libera professione, salvi i casi previsti dagli ordinamenti loro applicabili”.

Ne discende che, di regola, gli iscritti all’albo pubblici dipendenti con annotazione a margine, non possono esercitare la libera professione, soprattutto se dipendenti a tempo pieno.

Ciò non toglie che sarebbe perfettamente lecita e legittimamente svolta l’attività professionale di iscritti con annotazione a margine, qualora questi, in base allo specifico ordinamento al quale appartengono, pur essendo dipendenti a tempo pieno, possano svolgere la libera professione.

Ne discende che l’iscritto all’Ordine deve chiedere all’Università alle cui dipendenze lavora l’autorizzazione per lo svolgimento di attività libero-professionale e, una volta ottenuta la predetta autorizzazione, produrla presso gli Uffici dell’Ordine, il quale prenderà atto delle determinazioni dell’Ente pubblico datore di lavoro.