CONAF - Consiglio Ordine Nazionale Dottori Agronomi e Dottori Forestali
  • CONAF - Consiglio Nazionale
  • Organi Consultivi CONAF
  • Professione
  • Segreteria CONAF
  • Servizi agli Iscritti
  • Centro studi
  • Alta formazione
  • Comunicazione CONAF
  • Area Internazionale

Notiziario Conaf

 

Sommario
1. CONAF NOTIZIE
2. CONAF APPUNTAMENTI
3. COMUNICATI STAMPA
4. ORDINI E FEDERAZIONI
5. AREA INTERNAZIONALE
6. DI INTERESSE PER LA PROFESSIONE
 

1.CONAF NOTIZIE 

INSIEME PER IL PAESAGGIO

martedì 14 marzo 2017 ore 9.00 Roma, via del Collegio Romano 27, Sala Spadolini

Nell’ambito delle iniziative promosse per la giornata nazionale del Paesaggio del  14 marzo 2017, si è tenuto il seminario Insieme per il Paesaggio, a cui ha partecipato il Presidente Sisti.

Maggiori informazioni e la locandina dell’eventi al sito  http://www.conaf.it/node/117116

 

PREMIO NAZIONALE DEL PAESAGGIO

martedì  4 marzo 2017 ore 15.00 - Roma, via del Collegio Romano 27, Sala Spadolini

Nell’ambito delle iniziative promosse per la giornata nazionale del Paesaggio (vedi oltre) in programma il prossimo 14 marzo, si è tenuta la cerimonia di premiazione del Premio Nazionale del Paesaggio.

Alla Cerimonia ha partecipato Il Presidente Andrea Sisti, membro della Commissione istituita dal Ministero dei Beni Culturali, presieduta da Fabio De Chirico e composta da personalità note per il loro impegno nel settore della cultura e del paesaggio.

Maggiori informazioni e la locandina dell’eventi al sito http://www.conaf.it/node/117117

http://www.premiopaesaggio.beniculturali.it

http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/MibacUnif/Eventi/visualizza_asset.html_922377078.html

 

14 MARZO 2017: GIORNATA NAZIONALE DEL PAESAGGIO

Il 14 marzo prossimo si è celebrata la prima Giornata nazionale del Paesaggio istituita, nello spirito della Convenzione Europea del Paesaggio, con Decreto ministeriale n. 457 del 7 ottobre 2016, al fine di richiamare il paesaggio quale valore identitario del Paese e trasmettere alle giovani generazioni il messaggio che la tutela del paesaggio e lo studio della sua memoria storica costituiscono valori culturali ineludibili e premessa per un uso consapevole del territorio ed uno sviluppo sostenibile.

La Giornata nazionale del Paesaggio che si è sviluppata mediante iniziative mirate sull'intero territorio nazionale, è stata un'importante occasione per l’approfondimento della riflessione sulla cultura del paesaggio, la diffusione della conoscenza del suo significato e la consapevolezza del suo valore.

Durante la giornata celebrativa è stato consegnato il Premio Nazionale del Paesaggio, un importante riconoscimento che per la prima volta il Ministero ha attribuito con un esplicito riconoscimento nazionale agli attuatori di buone pratiche per la qualità del paesaggio e della vita delle comunità locali, capaci di testimoniare le potenzialità del Patrimonio culturale del nostro Paese attraverso la creazione di economie sostenibili e la diffusione e la divulgazione di valori etici e culturali, in coordinamento con le procedure previste per il Premio del Paesaggio del Consiglio d'Europa, giunto quest'anno alla sua V edizione. Il Premio Nazionale del Paesaggio, che avrà anch'esso cadenza biennale, è conferito, infatti, al progetto che costituisce la candidatura italiana al Premio del Paesaggio del Consiglio d'Europa.

Alla manifestazione ha aderito anche il CONAF, per maggiori informazioni consulta http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/MibacUnif/Eventi/visualizza_asset.html_1692322175.html

 
 

2. CONAF APPUNTAMENTI 

Mercoledì 15 Marzo il Presidente Sisti parteciperà all’evento Digital Mapping & Active Citizenship New Frontieres in Water Research Environmental Sustainability ad Scientific Dissemination che si terrà a Perugia presso il Palazzo Callenga, Sala Goldoniana. Il Presidente interverrà ai lavori della tavola Rotonda sul tema Best Policy and Management. Maggiori informazioni all’indirizzo:   http://www.conaf.it/node/117111

VINITALY  - VINO DENOMINATORE COMUNE

LUNEDÌ 10 APRILE 2017 
14:30 • 18:00 
SALA SALIERI - PALAEXPO, PIANO -1

Nell’ambito della Manifestazione Vinitaly, si terrà l’incontro Vino Denominatore Comune organizzato da Co.nvi di cui è membro il CONAF.

Interverrà la Vicepresidente CONAF sul tema Best Practice nel vigneto per un sano bicchiere

 
 

3. COMUNICATI STAMPA   

 “Le valutazioni immobiliari nel settore agrario, agroalimentare ed agroindustriale”16 marzo 2017 9.30 Centro Congressi Scuderie di Palazzo Altieri.

 Convegno nazionale organizzato da ABI e Consiglio dell’Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali giovedì 16 marzo

Le valutazioni immobiliari nel settore agrario, agroalimentare ed agroindustriale rivestono una sempre maggiore importanza, esse appartengono ad un segmento di alta specializzazione nel processo di erogazione del credito.

Il settore è tipicamente produttivo quindi gli investimenti sono spesso finalizzati all’aumento del valore delle produzioni ed in tali ambiti la valutazione si compie anche attraverso la capacità dell’azienda a produrre quel reddito necessario a ripagare il debito eventualmente contratto con gli istituti di credito, aspetto di fondamentale importanza alla luce di quanto accaduto con il progressivo aumento dei crediti deteriorati NPL, purtroppo di grande attualità nel settore bancario.

“Una corretta valutazione degli immobili e l’erogazione del credito alle imprese agricole ed agroalimentari” - afferma Andrea Sisti , presidente CONAF – “è la base per il rilancio dell’economia del nostro Paese”.

Un convegno dedicato a questo tema è stato organizzato dal CONAF, Consiglio dell’Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali,  in collaborazione con CESET, “Le valutazioni immobiliari nel settore agrario, agroalimentare ed agroindustriale” presso la sede dell’ABI in Roma il prossimo 16 marzo alle ore 9:30 centro congressi Scuderie di Palazzo Altieri.

Interverranno per i saluti istituzionali: Andrea Sisti, presidente CONAF, Leonardo Casini, presidente CESET, Giovanni Sabatini, direttore generale ABI; tra i relatori:Angelo Donato Berloco, dottore agronomo libero professionista, Angelo Peppetti, Direzione mercati finanziari ufficio crediti ABI, Giulio Borella, giudice tribunale di Vicenz; seguirà un dibattito animato da:  Sergio Morini, responsabile ufficio perizie ICCREA-Banca Impresa, Luciano Pizzichini, responsabile ufficio perizie, SGS Banco Popolare, Fabio Righetto, corporate UNICREDIT, Giuseppe Fierro, ISMEA, Gianni Guerrieri, Agenzia delle Entrate, Gianluca Buemi dottore Agronomo libero professionista, Alessandro Ragazzoni, Università di Bologna, Dino Franchi, Dottore Agronomo libero professionista.

Le conclusioni saranno affidate a Gianni Guizzardi, consigliere CONAF coordinatore del dipartimento estimo ed economia

Il programma è reperibile all’indirizzo http://www.conaf.it/node/117104

Per iscriversi al Convegno accedere al sito www.conafonline.it nella sezione eventi formativi.

 

4. ORDINI E FEDERAZIONI

Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali di Asti

ANCHE ASTI CELEBRA LA PRIMA GIORNATA NAZIONALE DEL PAESAGGIO

Asti e Villafranca d’Asti, Martedì 14 marzo 2017

Anche nell’Astigiano avrà luogo un momento di celebrazione della GIORNATA NAZIONALE DEL PAESAGGIO organizzato da: Associazione Davide Lajolo, Associazione il Frutteto di Vezzolano per la salvaguardia del paesaggio rurale, Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe- Roero e Monferrato, Associazione Terra Boschi, Gente e Memorie, Associazione Villa Paolina, Circolo Legambiente Gaia di Asti, Circolo Legambiente Valtrirversa, Club per l'Unesco di Asti, Forum italiano dei Movimenti “Salviamo il Paesaggio, Difendiamo i Territori”, LIPU di Asti, Museo Paleontologico Territoriale dell'Astigiano, Ordine dei Dottori agronomi e Dottori forestali della Provincia di Asti, Osservatorio del Paesaggio per il Monferrato e l’Astigiano, Stop al Consumo di territorio per poter sensibilizzare anche a livello locale la popolazione sui temi del paesaggio. Il tema prescelto nell’Astigiano per la prima edizione della Giornata nazionale 2017 riguarda l’“importanza dell’albero per la qualità del paesaggio e dell’ambiente”. Le associazioni proponenti l’iniziativa sono, infatti, pienamente consapevoli di come solo attraverso un pieno rispetto - anche e soprattutto degli alberi - sia possibile conservare la memoria ed identità dei singoli paesaggi locali, oltre che una effettiva qualità dell’ambiente di vita quotidiana. Con questo proposito, il programma della Giornata vede l’iniziale lettura del bellissimo PREAMBOLO della CONVENZIONE EUROPEA DEL PAESAGGIO – quale caposaldo di una nuova idea di piena e diffusa consapevolezza del valore dei beni paesaggistici – ad Asti alle ore 14.30 presso la Sala Convegni del Museo Paleontologico Territoriale dell'Astigiano (Palazzo del Michelerio, Corso Vittorio Alfieri, 381 ad Asti) e poi il trasferimento a Villafranca d’Asti (Piazzale della Chiesa Sant’Elena alle ore 15.30) ove con la popolazione e i ragazzi/studenti avrà luogo una camminata alla scoperta degli alberi monumentali, quali memoria e forte identità del paesaggio locale.

http://www.conaf.it/node/117115

 

Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali di Benevento

Seminario: “Lo zafferano: una eccellenza per le aree interne”- venerdì 17 marzo 2017- Contrada Piano Cappelle, presso l'Istituto Tecnico Agrario “M. Vetrone”.

Venerdì 17 marzo 2017, l'Ordine di Benevento organizza il seminario: “Lo zafferano: una eccellenza per le aree interne”

Nell'ambito delle attività di formazione rivolte ai propri iscritti, messe in atto dall'Ordine di Benevento, il Consiglio ha posto particolare attenzione alle coltivazioni alternative che potrebbero essere praticate nella provincia sannita.

Da un'attenta analisi effettuata, si è ritenuto che la coltivazione dello zafferano, potrebbe interessare le aziende multifunzionali (agrituristiche o che coltivano piante officinali).

Pertanto si è pensato di organizzare un seminario sullo zafferano che si terrà il 17 marzo p.v., in Benevento, alla Contrada Piano Cappelle, presso l'Istituto Tecnico Agrario “M. Vetrone”.

Il seminario, dal titolo: “Lo zafferano: una eccellenza per le aree interne”, organizzato con la collaborazione degli Ordini di Avellino e Salerno, e con il patrocinio del Dipartimento di Farmacia dell'Università di Salerno, verrà aperto da Serafino Ranauro, Presidente dell'Ordine di Benevento e da Giuseppe Freda, Presidente dell'Ordine di Avellino.

Vedrà la partecipazione della Prof.ssa Enrica De Falco e del Prof. Vincenzo De Feo dell'Università di Salerno, del Dott. Giovanni Piscolla, nella qualità di rappresentante dell'Associazione Zafferano Italiano. Alla manifestazione interverranno anche alcuni produttori di zafferano provenienti da diverse località della Campania. Le conclusioni verranno affidate al Presidente di Futuridea, Carmine Nardone, Accademico Ordinario dei Georgofili.

 

Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali di Salerno

"ASPETTI DELLA GESTIONE DEL TERRITORIO" - sede dell'Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della Provincia di Salerno alla via Ligea, 112 in Salerno(SA) dalle ore 16:00 alle ore 22:00

Si comunica che mercoledì 15/03/2017 presso la sede dell'Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della Provincia di Salerno alla via Ligea, 112 in Salerno(SA) dalle ore 16:00 alle ore 22:00 si terrà un corso dal titolo: "ASPETTI DELLA GESTIONE DEL TERRITORIO".

Il corso, organizzato dall'O.D.A.F. di Salerno, sarà tenuto dal collega Dott. Agr. Giuseppe Murolo, esperto in materia di Gestione, Contabilità, Economia, Politica Agraria ed Estimo che tratterà i seguenti argomenti:

-Il Concetto di Gestione;

-Il Concetto di Territorio

(Geografico, giuridico, amministrativo, economico, sociale, ambientale,strutturale);

-Le diverse realtà del territorio;

-I problemi attuali riguardanti la gestione del territorio.

Il corso si inserisce nel programma di formazione specialistica attuato dal Consiglio dell'Ordine di Salerno, per approfondire le tematiche relative al Piano di Sviluppo Rurale 2014/2020 della Regione Campania.

Il relatore illustrerà con un taglio prettamente operativo, l'importanza della Figura Professionale del Dottore Agronomo e del Dottore Forestale nell'ambito della Gestione Territoriale in Regione Campania nella realtà odierna con le rispettive opportunità.

La partecipazione al corso comporterà ai partecipanti una spesa pari a € 10.00 da versare al momento della partecipazione; in virtù dell'accreditamento, l'O.D.A.F. di Salerno per i Dottori Agronomi e i Dottori Forestali riconoscerà n. 0,75 CFP validi per il triennio formativo 2017/2019 secondo il Regolamento CONAF n.ro 3/2013. Agli altri Ordini e Collegi saranno riconosciuti Crediti Formativi Professionali secondo i propri regolamenti.

Le prenotazioni saranno possibili entro il 13/03/2017 alle ore 15:30.

L'Ordine si riserva il diritto di variare la sede dell'incontro nel caso in cui le prenotazioni dovessero superare la capienza della sala.

Per iscriversi al corso cliccare sul seguente link:

https://goo.gl/forms/Odnx8QTmJ41uzV7G3

 

Federazione degli Ordini dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali dell’Emilia Romagna

Convegno su Selvicoltura urbana e periurbana “Alberi e boschi in città per un futuro sostenibile” - 19 aprile 2017 alle ore 9,00-14,00, Sala 20 maggio – Regione Emilia Romagna -Viale della Fiera 8, Bologna.

Il Prossimo 19 aprile 2017 si terrà il Convegno organizzato dalla Federazione degli Ordini dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali Regione Emilia-Romagna insieme ad importanti istituzioni regionali, nazionali ed internazionali.

Sarà trasmesso nei prossimi notiziari il Programma del Convegno.

Per il CONAF interverrà la dott.ssa Diamanti.

 

5.  AREA INTERNAZIONALE

 

6.  DI INTERESSE PER LA PROFESSIONE


Convegno sul Nuovo Testo Unico sul vino, il 21 marzo 2017 a Roma

IL VINO ITALIANO TRA ASPETTATIVE E CAMBIAMENTO. 

Un’analisi approfondita alla luce del Nuovo Testo Unico sul Vino.

Il prossimo martedì 21 a partire dalle 10,00 nella Sala Cavour del Ministero della Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (via XX Settembre 20 – Roma) si terrà il Convegno promosso dall’Associazione Italiana Sommelier, con il patrocinio del Mipaaf. Si prenderanno in considerazione le nuove direttive del Testo Unico e i registri online e l’impatto che avranno sul settore. All’evento interverrà il Vice Ministro Andrea Olivero e il Direttore Generale dell’ICQRF Oreste Gerini; Riccardo Cotarella, Presidente di Assoenologi; Piero Mastroberardino, Presidente del Gruppo Vino di Federvini e dell’Istituto del Vino Italiano di Qualità – Grandi Marchi; Vito Intini, Presidente dell’ONAV e coordinatore della Consulta del Vino, organismo al quale aderiscono quindici tra le principali sigle del settore enologico nazionale e Antonio Rossi del servizio giuridico e normativo dell’Unione Italiana Vini. A moderare il dibattito sarà il Presidente dell’AIS Antonello Maietta.

 

REGIONE TOSCANA OSSERVATORIO DEL PAESAGGIO

CONVEGNO “I Sistemi terrazzati della Toscana” - Presentazione dei risultati di un studio ricognitivo a scala regionale Giovedì 16 marzo 2017 - Auditorium Consiglio Regionale Via Cavour, 4 – Firenze

I terrazzamenti sono sistemazioni ad uso agricolo e forestale di notevole importanza per la qualità delle produzioni, per la riduzione del rischio idrogeologico, la diversità bioculturale, ma anche dal punto di vista paesaggistico. Lo studio realizzato per la Toscana ha accertato la presenza di più di 9000 km di terrazzamenti, distribuiti in tutte le province, ed in contesti molto diversi, dall’area periurbana di Firenze fino alle zone montane più remote dell’Appennino. L’abbandono ha contribuito al loro degrado incrementando il rischio idrogeologico, mentre i maggiori costi di manutenzione mettono difficoltà le imprese che operano sui tali sistemi di paesaggio. Il convegno, promosso dall’Osservatorio del Paesaggio della Regione Toscana, intende avviare un dibattito sul futuro di queste aree coinvolgendo i settori dell’agricoltura e della pianificazione.

 

NOCCIOLO: Il punto su cimice asiatica, nuovi impianti e tecniche di gestione a basso impatto ambientale – I risultati della ricerca di AGRION

Venerdì 17 marzo 2017, ore 8,45 - Istituto Agrario G. PENNA, Loc. Viatosto, 54 – Asti

In occasione del Convegno, organizzato dalla Fondazione per la ricerca l’innovazione e lo sviluppo tecnologico dell’agricoltura piemontese, saranno presentati i risultati dell’attività di ricerca sul nocciolo in Piemonte, coinvolgendo il Settore Fitosanitario della Regione Piemonte e il Disafa dell’Università di Torino.

Le relazioni faranno il punto sulle nuove gravi minacce entomologiche: la cimice asiatica (Halyomorpha halys), ma anche la Popillia japonica. Saranno trattate le indicazioni per i nuovi impianti e la gestione sostenibile del suolo.

L’evento è stato accreditato dalla Federazione Interregionale Dei Dottori Agronomi E Dottori Forestali – Piemonte E Valle D’Aosta.

 

AGEA

Ø  Istruzioni Operative n. 9 del 6 marzo 2017

Aiuto eccezionale per i produttori di latte e gli allevatori di altri settori zootecnici e dall'articolo 21 del decreto-legge 17 ottobre 2016, n.189 convertito con la legge 15 dicembre 2016, n. 229 recante interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici del 2016 nonché dal decreto legge 9 febbraio 2017, n. 8, recante nuovi interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici del 2016 e del 2017

Tipo Normativa: Normativa Agea

Data di Riferiment: 06/03/2017

http://www.agea.gov.it/portal/page/portal/AGEAPageGroup/HomeAGEA/VisualizzaItem?iditem=54509869&idpage=6594156&indietro=Home

 

MIPAAF

Ø  Elenco dei consorzi di tutela relativi ai prodotti DOP e IGP indicati ai sensi dell'art.14 della legge 526/99

https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/3233

 

Ø  COMUNICATO: Dotazione finanziaria 2017 - Decreto n. 15487 del 1 marzo 2016  di concessione contributi per la conoscenza, salvaguardia e sviluppo prodotti Dop e Igp

https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/11007

 

 MINISTERO DELL’AMBIENTE

Ø  Convegno di presentazione del progetto LIFE VITISOM. Montefano (MC), 30 marzo 2017

Innovazione in viticoltura. Convegno di presentazione del progetto LIFE VITISOM (LIFE15/ENV/IT/000392). Montefano (MC), 30 marzo 2017.

Nell’ambito di LIFE VITISOM (LIFE15/ENV/IT/000392), presso l’azienda agricola partner di progetto Conti degli Azzoni di Montefano (MC), si terrà un incontro dedicato all’innovazione meccanica e tecnologica in viticoltura. L’appuntamento è fissato per il 30 marzo 2017 dalle ore 9.30, in via Don Giovanni Minzoni n.26. LIFE VITISOM (“VITiculture Innovative Soil Organic Matter management: variable-rate distribution system and monitoring of impacts”) si propone di introdurre un sistema innovativo per gestire la concimazione organica dei vigneti che permetta di contrastare l’erosione della materia organica e di migliorare l’omogeneità e la qualità dei suoli vitati

http://www.minambiente.it/notizie/convegno-di-presentazione-del-progetto-life-vitisom-montefano-mc-30-marzo-2017

 

Ø  #SAA2017 Valutazioni Ambientali: Informati e Partecipa

La Direzione generale per le Valutazioni e le Autorizzazioni ambientali del Ministero dell’Ambiente ha aderito alla Settimana dell’Amministrazione Aperta #SAA2017 promossa dal Dipartimento Funzione Pubblica, programmando per il giorno 10 marzo le seguenti attività attraverso il Portale delle Valutazione Ambientali VAS-VIA del Ministero dell’Ambiente:

• il lancio di una nuova veste grafica dello Spazio per il cittadino che consente una maggiore accessibilità alle informazioni necessarie a favorire la partecipazione del pubblico, anche attraverso l’utilizzo di un modulo per inviare le osservazioni su piani/programmi/progetti in fase di consultazione;

• la pubblicazione delle Linee guida per la predisposizione della Sintesi non Tecnica dello Studio di Impatto Ambientale (VIA) e delle Linee Guida per la predisposizione della Sintesi non Tecnica del Rapporto Ambientale (VAS), finalizzate a fornire indicazioni metodologiche e criteri redazionali omogenei sia in termini di struttura che di contenuti per tali documenti destinati ad informare il pubblico in maniera chiara, semplice ed efficace.

Tali attività si inseriscono nel più ampio quadro di semplificazione dei rapporti tra amministrazione e cittadini e permettono di migliorare la qualità del processo di partecipazione ai processi decisionali, garantendo alla società civile di contribuire attivamente ed in maniera consapevole e propositiva alle procedure di Valutazione Ambientale (VAS e VIA)

http://www.minambiente.it/notizie/saa2017-valutazioni-ambientali-informati-e-partecipa

 

Ø  Pubblicato il D.M. 15 febbraio 2017 sui Criteri Ambientali Minimi - Prodotti Fitosanitari

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 7 marzo 2017 il D.M. 15 febbraio 2017 che stabilisce i criteri ambientali minimi da inserire obbligatoriamente nei capitolati tecnici delle gare d’appalto per i trattamenti fitosanitari sulle linee ferroviarie, le strade e le autostrade, in applicazione del Piano d’Azione Nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari

http://www.minambiente.it/notizie/pubblicato-il-dm-15-febbraio-2017-sui-criteri-ambientali-minimi-prodotti-fitosanitari

 

Ø  Progetto LIFE+ del mese di marzo 2017: GYPSUM

Progetto LIFE+ GYPSUM (Beneficiario coordinatore: Ente di gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Orientale - Parco Regionale dei Gessi Bolognesi e Calanchi dell’Abbadessa).

LIFE+ GYPSUM (LIFE08 NAT/IT/000369) – “Tutela e Gestione di habitat associati alle formazioni gessose dell’Emilia-Romagna”. Il Progetto LIFE+ Natura Gypsum ha avuto una durata di 7 anni (2010-2016) e ha realizzato una serie di interventi di tutela (diretta e indiretta) degli habitat associati agli affioramenti gessosi con fenomeni carsici: grotte, risorgenti carsiche, particolari comunità vegetali molto localizzate presenti su rupi assolate o, al contrario, in stazioni molto fresche e umide (pozzi carsici). Il progetto ha coinvolto sei diversi Siti Natura 2000 della regione Emilia-Romagna e i rispettivi enti di gestione (Parchi Naturali – un Parco Nazionale e due Parchi Regionali – e due Province) e ha contribuito alla tutela e valorizzazione di habitat e specie di interesse comunitario rare e minacciate nel nostro continente e a livello nazionale: “Formazioni erbose rupicole calcicole o basofile dell’Alysso-Sedion albi” (6110*); “Pareti rocciose con vegetazione casmofitica, sottotipi calcarei” (8210); “Paludi calcaree di Cladium mariscus e di Carex davalliana” (7210*); Grotte non ancora sfruttate a livello turistico” (8310); pipistrelli troglofili. Si tratta di un progetto innovativo per l’Italia quanto a obiettivi, pluralità degli Enti coinvolti e livello a scala regionale, che interessa tutti i diversi soggetti preposti alla tutela di un notevole patrimonio della geodiversità e biodiversità

http://www.minambiente.it/notizie/progetto-life-del-mese-di-marzo-2017-gypsum

 

ISPRA

Ø  IFFI - Inventario dei fenomeni franosi in Italia

Il Progetto IFFI (Inventario dei Fenomeni Franosi in Italia), realizzato dall’ISPRA e dalle Regioni e Province Autonome, fornisce un quadro dettagliato sulla distribuzione dei fenomeni franosi sul territorio italiano. L'inventario ha censito ad oggi 614.799 fenomeni franosi che interessano un’area di circa 23.000 km2, pari al 7,5% del territorio nazionale. I dati sono aggiornati al 2015 per Calabria, Friuli-Venezia Giulia, Piemonte, Sicilia, Toscana, Valle d’Aosta e per la Provincia Autonoma di Bolzano; al 2014 per Liguria, Emilia-Romagna e Basilicata. Per le restanti regioni i dati sono aggiornati al 2007. Il Servizio di cartografia online del Progetto IFFI consente la visualizzazione delle frane e l’interrogazione dei principali parametri ad esse associati; l’Indicatore Inventario dei Franosi d’Italia, pubblicato nel 2016 nell’Annuario dei dati Ambientali ISPRA, fornisce i dati aggiornati sul dissesto da frana sul territorio nazionale

http://www.isprambiente.gov.it/it/evidenza/progetti/iffi-inventario-dei-fenomeni-franosi-in-italia

 

Ø  Giornata di presentazione del core set di indicatori di SNPA

Un sistema di produzione di report ambientali a livello nazionale deve necessariamente far ricorso ad una metodologia comune e standardizzata per la creazione della base dati, ma anche, e soprattutto, ad un set di indicatori condiviso, come pure condivise devono essere le modalità di elaborazione dei dati finalizzate al loro popolamento. Da qui la decisione di istituire il gruppo di lavoro (GdL 26) nell’ambito del “Programma triennale 2014-2016, del Sistema Nazionale Protezione dell’Ambiente (SNPA)”, “Reporting - Area 5 - Strumenti di reporting (standard metodologici, sistemi di indicatori condivisi, linee guida), composto da ISPRA (coordinamento) e ARPAE Emilia-Romagna, ARPA Friuli-Venezia Giulia, ARPA Lombardia, ARPA Piemonte, e ARPA Sicilia

http://www.isprambiente.gov.it/it/events/giornata-di-presentazione-del-core-set-di-indicatori-di-snpa

 

ENEA

Ø  Energia: Testa, efficienza come opportunità per nuova filiera industriale made in Italy

“L’efficienza energetica ha dimostrato di poter giocare un ruolo determinante per l’economia, generando filiere industriali made in Italy e nuovi posti di lavoro, grazie anche al sistema di incentivazione per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio”, ha sostenuto Federico Testa, presidente dell’ENEA, in occasione del convegno “Efficienza energetica nelle pubbliche amministrazioni locali: politiche e strumenti per la riqualificazione del patrimonio immobiliare italiano”, che si è svolto a Roma alla Camera dei Deputati. In Italia gli edifici della Pubblica Amministrazionesono oltre 13milae consumano 4,3 TWh di energia l’anno per una bolletta complessiva di circa 650 milioni di euro. Quelli più energivori sono circa il 20% del totale, con un consumo pari a 1,2 TWh e una spesa di 177 milioni di euro

http://www.enea.it/it/Stampa/comunicati/efficienza-energetica-nelle-pubbliche-amministrazioni

 

CREA

Ø  CREA: PER IL SECONDO ANNO CONSECUTIVO IL DIPLOMA DI ECCELLENZA SCIENTIFICA DEL PREMIO INTERNAZIONALE BRUNELLO DI MONTALCINO

Per il secondo anno consecutivo una giovane ricercatrice del CREA, Elena Gagnarli, si aggiudica il  diploma di eccellenza scientifica del Premio Internazionale Brunello Di Montalcino Case Basse Soldera per giovani ricercatori under 35. Il premio è frutto del riconoscimento dell’alto valore scientifico dell’indagine svolta, soprattutto nell’ottica di una gestione sostenibile del vigneto, del territorio e delle loro funzioni ecosistemiche

http://www.crea.gov.it/crea-per-il-secondo-anno-consecutivo-il-diploma-di-eccellenza-scientifica-del-premio-internazionale-brunello-di-montalcino/

 

Ø  Protocollo d’Intesa con l’Istituto di Ecologia Applicata: LIFE MedWolf

Il 7 marzo il CREA Politiche e Bioeconomia ha sottoscritto un Protocollo d’Intesa con l’Istituto di Ecologia Applicata per l’attuazione del progetto LIFE MedWolf “Best practice actions for wolf conservation in Mediterranean-type areas”. Il Progetto si svolge in Italia, nel territorio della provincia di Grosseto, e in Portogallo, nei distretti del Guarda e di Castelo Branco. L’obiettivo del progetto è di ridurre il conflitto tra la presenza del lupo e le attività antropiche nelle zone rurali delle due aree di studio, dove si è persa la tradizione culturale alla coesistenza con il predatore. MedWolf vede, infatti, per la prima volta la collaborazione tra associazioni di categoria rappresentanti il mondo agricolo, associazioni ambientaliste, istituzioni e centri di ricerca italiani e portoghesi. Tra le azioni del Progetto è prevista l’adozione, nelle aziende con allevamenti ovini, di strumenti di prevenzione per la riduzione degli attacchi predatori (cani da guardiania o recinzioni). A seguito dell’implementazione di tali sistemi di prevenzione dei danni, il processo produttivo potrebbe risultare in parte modificato (soprattutto nel caso delle recinzioni), con ricadute organizzative legate sia alla tipologia di protezione introdotta che al tipo di gestione praticata. L’obiettivo della collaborazione con il CREA Politiche e Bioeconomia è di stimare le modifiche gestionali e produttive conseguenti l’adozione di misure di prevenzione dei danni (recinzioni, cani da guardiania, altre misure preventive previste)

http://www.crea.gov.it/protocollo-dintesa-con-listituto-di-ecologia-applicata-life-medwolf/

 

RETE RURALE

Ø  Complementarietà e demarcazione del sostegno con particolare riferimento ai settori vitivinicolo, olivicolo e ortofrutticolo: analisi dei PSR 2014-2020

Nel presente documento sono state analizzate le informazioni afferenti alla demarcazione e complementarietà tra gli interventi previsti nei PSR e nel primo pilastro limitatamente all'OCM unica ed in particolare ai settori vitivinicolo, olivicolo ed ortofrutticolo, con il proposito di approfondire altri aspetti nel successivo biennio di programmazione RRN. In questo caso, è stata effettuata una ricognizione di quanto espressamente indicato dalle Regioni (tenendo conto dell'ultima versione dei PSR disponibile alla data di pubblicazione del presente lavoro) cercando di restituire un quadro di confronto e di sintesi tenendo conto anche, soprattutto nel caso del settore vitivinicolo, della complessa e copiosa normativa nazionale di attuazione del Piano Nazionale di Sostegno (PNS), previsto dal Reg. (UE) 1308/2013

http://www.reterurale.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/16628

 

Ø  Simulatore FS: il tool web per la valutazione del valore aggiunto degli strumenti finanziari nello sviluppo rurale

A prosecuzione delle attività a supporto delle Autorità di gestione per l'utilizzo degli strumenti finanziari nell'attuazione dei PSR 2014-2020, la Rete Rurale Nazionale ha realizzato un tool web per la valutazione del valore aggiunto degli strumenti finanziari nello sviluppo rurale. Si tratta, nel dettaglio, di un applicativo on-line che, mediante un percorso guidato di compilazione, permette agli utilizzatori di condurre simulazioni sulla base di diversi scenari di impiego degli strumenti finanziari (fondo di credito, fondo di garanzia) nell'attuazione di una misura PSR. Va ricordato che sulla base delle disposizioni regolamentari, gli strumenti finanziari possono essere utilizzati sia in forma esclusiva, sia in combinazione tra loro e/o in combinazione con aiuti sotto forma di sovvenzione diretta a fondo perduto. Se si considera che queste modalità di intervento possono essere combinate tra loro con diverse intensità di aiuto, si comprende l'ampiezza del ventaglio di possibili ipotesi di intervento e di conseguenza l'utilità dello strumento di simulazione. Gli output restituiti dal tool web possono essere esportati in formato "xls" per un'analisi comparata dei diversi scenari simulati

http://www.reterurale.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/16695

 

Ø  Baseline: quarto appuntamento con i webinar gratuiti della Rete Rurale Nazionale

Nell'ambito dei programmi della Rete Rurale Nazionale, Ismea è stata incaricata per il periodo 2014-2020 di sviluppare, come avvenuto nel precedente settennio, una campagna di informazione sulle condizioni di accesso, o "baseline" delle misure a superficie e a capo dello sviluppo rurale. L' Ismea ha in programma 4 webinar (seminari on line) da svolgersi in quattro aree diverse (Nord Ovest, Nord Est, Centro e Sud Italia) che coinvolgeranno 50 tecnici dei centri di assistenza agricola per partecipare in diretta al corso di formazione collegandosi ad un link. Una piccola quota tuttavia è ancora disponibile per i  webinar in programma, anche se la limitatezza dei posti a disposizione ha imposto quali destinatari i "tecnici" delle confederazioni in quanto le stesse hanno partecipato alla progettazione della Campagna di informazione. Tuttavia il materiale (video del webinar, slide e documenti) sarà disponibile su YOUTUBE e successivamente sul sito della RRN (www.reterurale.it)

http://www.reterurale.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/16654

 

Ø  Consultazione sulla modernizzazione e la semplificazione della politica agricola comune (PAC)

La politica agricola comune dell'UE (PAC) è stata elaborata all'inizio degli anni sessanta per tradurre in termini politici gli obiettivi definiti nel trattato di Roma (1957), e successivamente ripresa nel trattato sull'Unione europea. Come tutte le altre politiche o programmi dell'UE, la PAC è anche soggetta ad altre disposizioni del trattato al fine di assicurare la coerenza con gli obiettivi generali dell'Unione. L'articolo 39 del trattato (ex articolo 33 del TCE) precisa che le finalità della politica agricola comune sono: incrementare la produttività dell'agricoltura, sviluppando il progresso tecnico, assicurando lo sviluppo razionale della produzione agricola come pure un impiego migliore dei fattori di produzione, in particolare della manodopera; assicurare così un tenore di vita equo alla popolazione agricola, grazie in particolare al miglioramento del reddito individuale di coloro che lavorano nell'agricoltura; stabilizzare i mercati; garantire la sicurezza degli approvvigionamenti; assicurare prezzi ragionevoli nelle consegne ai consumatori

http://www.reterurale.it/consultazionePAC

 

Ø  PSRN 2014-2020 - Sotto-misura 4.3 - Tipologia di operazione 4.3.1 "Investimenti in infrastrutture irrigue"

In vista della imminente pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale del bando per la partecipazione alla Sotto-misura 4.3 - Tipologia di operazione 4.3.1 "Investimenti in infrastrutture irrigue" del PSRN, la Direzione generale dello Sviluppo Rurale del Mipaaf, in qualità di Autorità di Gestione del Programma, come previsto dal Piano di valutazione (cap. 9 PSRN) e nel rispetto del Codice europeo di condotta sul partenariato, ha svolto degli incontri informativi a favore dei potenziali beneficiari delle diverse aree geografiche del Paese (Enti irrigui)

http://www.reterurale.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/16680

 

Ø  Il contributo dell'agricoltura biologica per lo sviluppo sostenibile delle aree rurali. Distretti biologici e sviluppo locale

Il testo presenta i risultati del primo anno delle attività del Work Package 3 - Distretti biologici e sviluppo locale della scheda 5.2 del programma biennale della Rete Rurale Nazionale. Il primo capitolo è dedicato alla rassegna della normativa di riferimento, a livello regionale e nazionale: viene presentato un quadro normativo assai eterogeno in grado di influenzare iter istitutivo e l'operatività dei biodistretti soprattutto nelle Regioni, la quasi totalità, in cui la mancanza di una definizione chiara di distretto biologico non ne permette una collocazione giuridica chiara. In seguito si definisce il ruolo del modello distrettuale, applicato all'agricoltura biologica, al fine di individuare quegli elementi caratteristici del biologico che, quando applicati a livello territoriale, sono in grado di produrre sviluppo locale. In ultimo, si presentano alcuni indicatori, elaborati a partire dalla fonti statistiche ufficiali, idonei a documentare gli effetti dell'istituzione di un distretto biologico sul comparto agricolo

http://www.reterurale.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/16674

 

Ai sensi del D.Lgs 196/2003 La informiamo che il Suo indirizzo e-mail è stato reperito attraverso fonti di pubblico dominio o attraverso e-mail o adesioni da noi ricevute. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta (D.Lgs 196/2003). Qualora il messaggio pervenga anche a persona non interessata, preghiamo volercelo cortesemente segnalare rispondendo CANCELLAMI alla presente e mail e precisando l'indirizzo che desiderate sia immediatamente rimosso dalla mailing list. Tendiamo ad evitare fastidiosi MULTIPLI INVII, ma laddove ciò avvenisse La preghiamo di segnalarcelo e ce ne scusiamo sin d'ora. Grazie.